You are here

Al via il progetto I-REACT

News date: 
Thursday, 9 June, 2016

Una piattaforma in grado sfruttare tecnologie all’avanguardia per raccogliere, analizzare e generare informazioni in tempo reale su alluvioni, incendi, terremoti e altre calamità. Verrà realizzata grazie al progetto di ricerca I-REACT (Improving Resilience through Advanced Cyber Technologies), che potrà contare su un finanziamento europeo di 6.6 milioni di euro nei prossimi tre anni. All'interno del consorzio I-REACT, laFondazione Bruno Kessler diTrento, con la sua Unità di ricercaMPBA, sarà responsabile dello sviluppo di mappe predittive di rischio, in particolare per quanto riguarda incendi, allagamenti e ondate di calore.  I ricercatori guidati daCesare Furlanellocombineranno i migliori modelli tecnici internazionali con soluzioni di intelligenza artificiale, un ambito in cui si sta già conducendo una sperimentazione con MeteoTrentino.In generale il progetto I-REACT prenderà in esame report creati dai cittadini tramite un’applicazione dedicata per smartphone, dati provenienti dai social media (Instagram o Twitter), report degli operatori della protezione civile, che saranno dotati di dispositivi indossabili (occhiali e braccialetti) collegati alla Rete, e le osservazioni satellitari provenienti da Copernicus EMS e dai satelliti Sentinel.Il progetto, che parte oggi ufficialmente, è coordinato dall’Istituto Superiore Mario Boella (ISMB) di Torino e con la FBK vi partecipano 20 partner europei, tra cui altri centri di ricerca, organizzazioni internazionali, enti pubblici e piccole e medie imprese, che avranno il ruolo di valorizzare dal punto di vista commerciale l’innovazione.